IL RADUNO DEL NORD-EST IN LAGORAI, sul Monte Ziolera m. 2478 (Trentino orientale)

Ultimo aggiornamento 26 maggio 2000, ore 14.15 (definitivo)

DATA E LUOGO

LOGISTICA

DATA DEL RADUNO
CONFERMATA DOMENICA 28 MAGGIO
. Il meteo non e' entusiasmante ma ci arrangeremo! Ci si vede in vetta! :))

RITROVO PRELIMINARE
per chi vuole salire al Ziolera in compagnia e' previsto un "ritrovo preliminare" al Passo Manghen ad ore 8.45 - 9.15: il ritrovo preliminare e' fissato alla sommita' del passo (spiazzi per parcheggiare): dove si scollina c'e' un cartello stradale marrone con scritto "Passo Manghen", dieci metri piu' in la' un paletto con l'indicazione di due sentieri, di cui uno per "forcella Ziolera"; su lato opposto una grande croce in ferro, non si puo' sbagliare.
Dal passo si arriva alla vetta del Ziolera in poco piu' di un'ora. Eventuali accompagnatori poco montanari possono essere lasciati girovagare al passo (piccolo rifugio ristoro), o a fare una breve, facile ma bella escursione al vicino Lago Delle Buse (1 ora), con eventuale ricongiugimento al Lago Montalon.

LUOGO DEL RADUNO
vetta del Monte Ziolera m. 2478 ad ore 9.45 - 10.15
. Punto panoramico notevolissimo su tutto il Gruppo del Lagorai - Cima D'Asta.


PROGRAMMA

Dalla vetta del Ziolera escursione "ad anello" in quota (mediamente intorno a 2000 metri) toccando i laghi: Lago Montalon (sosta pranzo), Lago delle Stellune (ed eventualmente Laghi delle Buse Basse), Lago delle Buse, Lago di Passo Manghen.
Rientro al passo previsto intorno ore 18.00 - 19.00
- Qui il programma dettagliato
- lista dei partecipanti
- Le foto e la relazione dell'ultimo sopralluogo del 21 aprile scorso!!!
- ultima ricognizione del 23 maggio 2000
PASSO MANGHEN
aperto su entrambi i versanti. Rifugio-ristoro aperto.

SITUAZIONE NEVE

no problem, solo qualche chiazza di poco conto.

PREVISIONE METEO (26 maggio):
Meteotrentino:
DOMENICA 28 Stato del cielo: al mattino poco nuvoloso o nuvoloso con foschia. In seguito aumento della nuvolositÓ fino a molto nuvoloso o coperto. Precipitazioni: assenti o deboli isolate pi¨ probabili dalla serata. Temperature: minime stazionarie massime in lieve calo. Venti: in montagna deboli o moderati meridionali

Meteoarabba:
non disponibile ad ore 14.00

Meteoitalia:
DOMENICA 28 MAGGIO 2000 Nuvoloso su Alpi e Prealpi, con qualche acquazzone intermittente, specie nel pomeriggio. NuvolositÓ variabile sull'alta pianura padana, rischio di un breve temporale nel pomeriggio. Abbastanza soleggiato sul resto dell'Italia, salvo addensamenti lungo l'Appennino e al Sud, con qualche isolato temporale pomeridiano. Temperature pressochŔ stazionarie. 

Equipaggiamento: vedi lista
Cartografia consigliata: vedi la mappa (300 k) Kompass foglio n. 626 scala 1:25000
Accessi: sentieri per salire al Ziolera

PROGRAMMA:
A)
per chi vuole salire al Ziolera in compagnia e' previsto un "ritrovo preliminare" al Passo Manghen ad ore 8.45 - 9.15: il ritrovo preliminare e' fissato alla sommita' del passo (spiazzi per parcheggiare): dove si scollina c'e' un cartello stradale marrone con scritto "Passo Manghen", dieci metri piu' in la' un paletto con l'indicazione di due sentieri, di cui uno per "forcella Ziolera"; su lato opposto una grande croce in ferro, non si puo' sbagliare.
Dal passo per segnavia 322 con indicazione "Forcella Ziolera", in mezz'ora circa a Forcella del Frate quindi per ampia cresta fino in vetta (1 ora -1 ora e 1/4 dal passo Manghen).
Chi non vuole affrontare la salita al Ziolera puo', in alternativa, fare una facile escursione ai Laghi delle Buse (m. 2060) per facile segnavia 322A in prossimita' del laghetto (1 ora scarsa dal rifugio), proseguendo eventualmente per il Lago Montalon per ricongiungimento con quelli provenienti dal Ziolera.
B) ritrovo in vetta al Monte Ziolera ad ore 9.45 - 10.15
C) partenza escursione (su sentiero in costa ma facile, che richiede pero' passo fermo per via di pendii parecchio scoscesi): si percorre il versante meridionale del Montalon per segnavia 322, fino al bellissimo *laghetto* omonimo. (Lago di Montalon m. 2089)
D) pranzo al sacco al Lago di Montalon
E) nel pomeriggio, chi ha voglia prosegue fino allo splendido Lago delle Stellune (m. 2091) e, per i piu' sfegatati, traversando forcella Valsorda m. 2256 anche fino ai Laghi delle Buse Basse (m. 2193). Chi ne ha avuto abbastanza invece rientra per 322A per il magnifico Lago delle Buse.

Nota: chi e' andato fino al Lago delle Stellune rientra per il medesimo sentiero 322a a Passo Manghen, dove ha eventualmente potuto lasciare il nonno Adelmo, la zia Pina, la mogliettina coi bimbi, il cane eccetera.

Tutto il giro completo fino al lago delle Stellune e' di circa 16 km, con rientro al passo previsto intorno alle ore 18.00-19.00. Chi volesse antipicipare il rientro puo' evitare il porlungamento al Lago delle Stellune e rientrare dal Lago Montalon per 322A (versante settentrionale), oppure per il medesimo sentiero dell'andata, il 322 (versante meridionale).

PARTECIPANTI
1) Ghezzer
2) Moscone Bianco
3) Robby moroso di Silvia
4) Silvia morosa di Robby (poveraccia! :)
5) Tommy
6) Paolo Bacoccoli
7) Claudio Busnelli
8) Alex D.
9) Piero Eydenet (forse)
10) Piero26
11) Helga compagna di Piero26
12) Christian (convivente con sabry)
13) Sabrina
14) Renzo (om de mony)
15) Monica

16) Luigi Telmon, in forse per infortunio :(
17) Luisa moglie di Telmon, in forse per il marito :(
18) Pastrello Flavio
19) Jasmine, accompagnata da Pastrello

tutti gli altri della precedente lista ante posticipo :) sono pregati di confermare...

EQUIPAGGIAMENTO
scarponi da trekking
bastoncini
pranzo al sacco!
mantella impermeabile

ACCESSI: SENTIERI PER SALIRE AL MONTE ZIOLERA vedi mappa
Nella foto a destra la piramide del Monte Ziolera (versante ovest) si staglia inconfondibile. In basso si intravede la strada che sale a Passo Manghen m. 2.047, chiuso da ottobre a maggio circa. Qui si puo' lasciare la macchina.

Il passo predetto e' raggiungibile, salvo chiusura per neve, da Borgo Valsugana (40 km circa ad est di Trento), quindi per strada stretta ma asfaltata fino in cima. Si puo' salire anche dal versante settentrionale del Lagorai dalla Val di Fiemme (70 km da Trento via Ora); presso Molina di Fiemme c'e' il bivio per Passo Manghen.

DAL VERSANTE SUD (VALSUGANA)

322 da passo Manghen (consigliato): da Borgo Valsugana fino a passo Manghen. Qui si lascia l'auto, e per segnavia 322 con direzione sud-est ci si mantiene in quota e con ampia curva si risale il ghiaione, quindi con rapidi tornantini si arriva a Forcella del Frate m. 2.238: ci si stacca dal sentiero 322 per seguire le tracce che risalgono la spalla fino in vetta.
1 ora - 1ora e mezza dal passo.

362 + 322B Val Campelle: accesso dalla Valsugana, bivio per Scurelle con indicazione Rif. Crucolo. Circa 1 km prima del Rif. Carlettini   c'e' il bivio (parcheggio) col segnavia 362 che risale verso nord-ovest la splendida Val Montalon fino alla omonima malga a m. 1868 indi fino al passo col suggestivo laghetto (colonie di marmotte). Di qui con segnavia 322B sul versante meridionale del Montalon risalendo l'impervia forcella Pala di Becco (tracce di trincee, colonie di marmotte) quindi con piu' tranquillo sentiero in costa fino a Forcella Ziolera, dove arriva anche il 361 da sud. Si prosegue fino alla base del Ziolera, in per tracce fino in vetta.

361: per chi avesse energie da sprecare e volesse partire a piedi da piu' in basso, c'e' il segnavia 361 che parte dalla sottostante Val Calamento presso rist. Malga Baessa m. 1300 circa (versante sud). Il sentiero e' ben facile e ben segnato, e sale per un fitto bosco costeggiando il rivo di Ziolera fino a quota 1815; qui il paesaggio si apre in un'ampia distesa punteggiata di freschi torrentelli. Si prosegue su falsopiani e breve salita fino alla Malga Ziolera a m. 1926. Di qui si aggira verso nord-ovest un basso torrione roccioso, per sbucare nella splendida e selvaggia spianata del Ziolera. Dopo circa mezzo chilometro nei pressi di una tabella il sentiero piega decisamente verso nord-ovest inerpicadondosi in una piccola valletta che va ma mano restringendosi. Si arriva ben presto alla panoramica forcella Ziolera (numerose colonie di marmotte) a m. 2.250, ove arriva anche il sentiero 322. Si prende quindi il suddetto sentiero in direzione sud-ovest (tracce di trincee), fino ad un altro piccolo passo proprio sotto la piramide del Ziolera che a questo punto si staglia col suo suggestivo e affilato profilo. Per tracce di sentiero si arriva in vetta, con grande corce metallica. Impareggiabile il panorama a 360 gradi.in cresta. 3 ore da M. Baessa alla Vetta del Ziolera.

DAL VERSANTE NORD (VAL DI FIEMME)
318 da Val delle Stue:
da Molina di Fiemme si risale la Val Cadino (strada per passo Manghen) fino a Ponte delle Stue a quota 1240 circa (ampio tornante con parcheggio): qui si lascia l'autovettura e si prende la forestale (sbarra) con segnavia 318, fino a Malga Stue Alta, quindi a sud per sentiero non numerato sulla carta.

316: come itinerario precedente fino a Ponte delle Stue, da cui si prosegue per strada asfaltata per passo Manghen; mezzo km dopo Malga Cadinello Alta a quota 1.821, si stacca il 361 per Lago delle Buse; di qui si risale per 322a, a monte del lago, il ripido pendio (breve passaggio attrezzato) fino a Forcella Ziolera m 2.250 o meglio ancora (bivio) verso la forcelletta ai piedi del Ziolera. Indi per tracce fino in vetta.

Per ulteriori info
e-mail: A. Ghezzer oppure elektron@supereva.it